Senza categoria

11 anni di attivismo, dalla California a Economia Spiegata Facile

11 anni di attivismo.
Di questi tempi compio 11 anni di attivismo.

Era il 2006 quando cominciai bazzicando gli “amici di Beppe Grillo” a Vicenza che all’epoca distava 40 km da casa mia.
Quello di fatto fu il primo meeetup italiano se si esclude quello milanese fondato dalla Casaleggio Associati.

Ricordo che a cavallo tra il 2006 e il 2007 mi trovavo in California per un breve periodo e mi nauseava dover rientrare in un Paese che non offriva aspettative ai giovani.
Fu un periodo di lunga riflessione che mi spinse ad iniziare una ricerca interiore ma anche di nuove prospettive.

Una delle prime idee che mi vennero in mente fu quella di iniziare a capire perché l’Italia mi riservava quel destino.
Incominciai così a cercare.



DALLA RICERCA INTERIORE ALLE SOLUZIONI DELLA CRISI

All’inizio si trattò di finire nelle fauci del complottismo, ma a poco a poco mi misi a studiare.
Iniziai da Paolo Barnard e più avanti mi occupai di macro economia ed in seguito aprii il network di Economia Spiegata Facile.

Nel mezzo ho collaborato con tante persone: economisti, ricercatori, studenti e semplici attivisti come me.
Ho lavorato tanto sino a ricevere l’occasione di fare una breve esposizione in una sala della London School of Economics di Londra.

E poi avanti sino ad arrivare a co-produrre PIIGS che va in onda stasera su RAI 3, con Noam Chomsky, Warren Mosler e Stephanie Kelton incontrati questi ultimi due durante il primo summit MMT di Rimini.

Creavo cartoni animati che spiegavano come uscire dalla crisi, scrivevo pezzi che mettevano in guardia dai falsi miti inculcati nelle nostre zucche dai media e così via.

Oggi a ricordarmi quei vecchi tempi e questi 11 anni di attivismo è rimasta una maglietta.
È la t-shirt che realizzai per finanziare quel primo gruppo di attivisti durante il V2-Day.

t-shir V2-Day

Quanto tempo e quanti cambiamenti, ma anche quanta strada percorsa.
Oggi faccio fatica a darmi un giudizio.
Io sono estremamente severo tanto con gli altri quanto con me stesso.
Ogni tanto qualcuno me lo ricorda.

Ma senza questa auto disciplina forse mi sarei lasciato andare ed avrei mollato tutto senza nemmeno cominciare.
Forse il mio risultato più importante è stato questo.
Qualcuno potrebbe trovarlo assurdo.
Lo capisco.

Poca roba se parliamo delle aspettative di una vita umana.
Vero, lo ammetto.

L’Italia dovrebbe offrire qualcosa di diverso, ma occorre ancora costruirlo.
In 11 anni di attivismo io ci ho messo un mattoncino.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.