Econo-MiaIn pratica

L’evasione delle tasse danneggia la comunità e lo Stato?

Evasione fiscale

Le tasse servono a mantenere in vita lo Stato?
Questa sembra essere ancora una seria credenza dei cittadini, ma ha senso?
Se lo Stato i soldi se li stampa, perché mai avrebbe bisogno dei nostri soldi per vivere?


Di Enrico Gatto.

AVANZO PRIMARIO, TASSE ED EVASIONE FISCALE

L'Italia dal 1992 è in avanzo primario (a eccezione di un disavanzo dello 0,9% nel 2009).

Questo significa che le entrate fiscali (tasse) sono superiori alla spesa pubblica (in soldoni a noi cittadini torna indietro meno di quanto paghiamo).
Al contrario di quanto racconta la vulgata ideologizzata "terrorista" e autorazzista del siamo vissuti al di sopra delle nostre possibilità, perciò, il nostro è un Paese assai virtuoso da quasi 30 anni (nessuno al mondo ha fatto meglio nello stesso periodo).

L'avanzo primario misura tasse che paghiamo più del necessario. L'evasione fiscale dunque è giustificata?
L'avanzo primario misura tasse che paghiamo più del necessario. L'evasione fiscale dunque è giustificata?

Fatta questa premessa passiamo ad analizzare le vere funzioni delle tasse (esse non servono infatti a pagare la spesa pubblica): lo Stato impone tasse ai propri cittadini (1) per imporre la moneta a corso legale (obbligando di fatto i cittadini ad utilizzarla in quanto l'unica accettata per il pagamento, appunto, degli oneri fiscali), (2) per controllare l'inflazione (tassando più o meno si riduce/aumenta la massa monetaria e si regolano i prezzi) e (3) per redistribuire la ricchezza.

La spesa pubblica è fatta a monte del prelievo fiscale e si sostiene con l'emissione monetaria (fatta d'imperio e sovranamente dallo Stato*, dal nulla).

Prima si spende e si mette in circolazione la moneta e solo poi si raccoglie tassando.

 


L'evasione fiscale produce danni allo Stato?

A questo punto è evidente che evadere le imposte non sottrae soldi alla spesa pubblica (ospedali, scuole, strade, servizi, ecc.) in quanto le tasse non servono a quello scopo e anzi l'evasione, mantenendo una maggiore quantità di denaro in circolo nell'economia reale (gli evasori quei soldi li spendono o li investono), contribuisce un po' a ridurre la deflazione e a impedire una più brutale crisi e recessione.

Non suggerisco di lodarla ma quantomeno di valutare bene i motivi che spingono a tale pratica e, in parte, a giustificarla.

Una pressione fiscale che supera il 60%, e spesso costringe a chiudere, è immorale (le multinazionali, invece, "evadono a norma di legge" pagando meno del 5% - o addirittura zero - di oneri.
Così fanno quindi concorrenza sleale, costringendo a chiudere migliaia di piccole e medie imprese e riassorbendo molti meno lavoratori - e a condizioni peggiori - rispetto ai posti che distruggono.

La stigmatizzazione e persecuzione del piccolo evasore, ovviamente, non è la soluzione (è una falsa soluzione a un vero problema) ma fa presa sul senso comune (artatamente confezionato).

STANCO DI ESSERE TRATTATO DA EVASORE?

copertina del libro di economia spiegata facile

 

Serve solo a distrarre dalla necessità di altri veri interventi di natura macroeconomica e ad alimentare la guerra orizzontale tra gli ultimi (il sempiterno divide et impera).

* Nella scellerata €urozona, per scelta politica, si è demandato questo ruolo a una Banca Centrale privata.
Gli Stati debbono elemosinare a prestito la moneta dalle banche commerciali tramite l'emissione e la vendita di titoli del debito pubblico sui mercati.

Il debito non è ripagabile (ma nemmeno deve essere ripagato) per una questione di matematica finanziaria.

Gli interessi compositi

Dal 1980 abbiamo pagato 3900 miliardi di €uro di interessi a fronte di un debito che oggi è di quasi 2500 miliardi.
Così siamo rimasti ingabbiati e ricattati (da gruppi bancari e finanziari), grazie ai trattati, in secula seculorum.

A suffragio di quanto scritto:

- un articolo di Barnard: https://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=701

- un articolo dell'economista Pettifor: https://vocidallestero.it/2019/06/23/le-entrate-fiscali-finanziano-la-spesa-pubblica/

- un intervento dell'avvocato Mori: https://youtu.be/b3qABtHQZY0

- un intervento del professor Malvezzi: https://youtu.be/R4_MROSJ-eY


Avvertenza

Il presente materiale va inteso come di pura divulgazione.
L'Economia Spiegata Facile: Benché i dati e i contenuti siano stati vagliati, provengano da fonti ufficiali, siano di valore scientifico e provengano da studi accademici e/o da statistiche ufficiali ed archivi storici, la loro esposizione è volutamente sintetica e semplificata al fine di renderli comprensibili al grande pubblico.
Questo materiale non sostituisce la lettura scientifica o lo studio accademico e/o di più alto profilo.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.